E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Alla scoperta delle emozioni

    Alla scoperta delle emozioni
    Prezzo: 12,00 €

    Collana: La Pedagogia di Infinito Edizioni Titolo: Alla Scoperta delle Emozioni, gli Occhi di un......

    approfondisci
  • Le magliette del sorriso - Uomo

    Le magliette del sorriso - Uomo
    Prezzo: 15,00 €

    Il sorriso è un obbligo sociale! Ci rende più sereni, allunga la vita, fa bene al......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / L'agricoltura è l'antidoto alla fame nel mondo: un...

News

Bookmark and Share
L'agricoltura è l'antidoto alla fame nel mondo: un modello di sviluppo dal Perù

L’agricoltura e l’allevamento, con maggiori investimenti e una gestione razionale delle risorse, possono essere l’antidoto alla fame nel mondo e la giusta soluzione nella lotta ai cambiamenti climatici.

A livello globale, gli agricoltori dei paesi a basso e medio reddito investono più di 170 miliardi di dollari ogni anno sui propri campi (circa 150 dollari per agricoltore): se gli investimenti fossero meglio mirati e meglio gestiti si potrebbero avviare grandi progetti.

E’ il messaggio centrale del rapporto annuale della Fao “The State of Food and Agricolture 2012” ed è la scommessa sulla quale le istituzioni internazionali e le organizzazioni umanitarie devono puntare oggi.

Fondazione Patrizio Paoletti e Associazione Paoletti Onlus lo hanno fatto sin dal 2008 nelle terre amazzoniche del Perù, in cui operano tramite il programma “Scuole nel Mondo” per garantire scuola, cibo e medicine ai bambini della comunità di Hipolito Unanue.

Da luogo inospitale, in cui il tasso di analfabetismo era solo uno dei sintomi di una povertà stringente, di una condizione disagiata dell’infanzia, di un carente sviluppo del territorio, grazie ad un progetto di microcredito Hipolito Unanue si è trasformata in un esempio virtuoso per tutti i villaggi limitrofi.

Qui oggi sorgono un scuola e un refettorio frequentati quotidianamente da 200 bambini, un laboratorio informatico, un ambulatorio, un bio-orto per la coltivazione di 30 varietà di verdure autoctone, e un centro per l’allevamento di 500 polli.

Proprio l’agricoltura e l’allevamento sono le scommesse vincenti che gli operatori della Fondazione Paoletti, con il supporto dei suoi sostenitori, hanno tramutato in sviluppo concreto durante ultimi anni di progetto. L’intera comunità può contare su una fonte di cibo sicura, la cui produzione è autonoma e sostenibile.

Inoltre tutta la popolazione è coinvolta nella crescita e nello sviluppo del territorio. I ragazzi della scuola media partecipano alle attività di allevamento con responsabilità e impegno, monitorati da docenti e specialisti di Caritas Iquitos: una formazione professionale fondamentale per il futuro. Genitori e insegnanti partecipano attivamente ai seminari formativi dei pedagogisti della Fondazione Paoletti, oltre che alle campagne informative sulla gestione dei rifiuti e a quelle di prevenzione sanitaria.

Naturalmente non è un cammino facile e lineare, soprattutto in un luogo spesso colpito da alluvioni di grande portata o da frequenti epidemie di virus dengue. Proprio un contagio su ampia scala di questa malattia simile alla malaria, ha portato il governo peruviano a dichiarare tre settimane fa lo stato d’emergenza. Ma oggi Hipolito Unanue è in grado di reagire più prontamente all’emergenza, di contare su risorse proprie e fungere da punto di riferimento per l’intero territorio.

Tra poco partirà la seconda campagna di pollicoltura, che continuerà ad alimentare il nuovo processo produttivo di Hipolito Unanue. Niente sarebbe possibile senza il costante impegno di chi sostiene il programma “Scuole del Mondo”, di chi ha compreso da tempo che il futuro dei Paesi in via di sviluppo dipende dal corretto impiego delle risorse umane e naturali di cui già dispongono.

Scuole nel Mondo   |   Paesi in via di sviluppo   |   Associazione Patrizio Paoletti Onlus   |   Il progetto in Perù   |   Sostienici ora