E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Le magliette del sorriso - Uomo

    Le magliette del sorriso - Uomo
    Prezzo: 15,00 €

    Il sorriso è un obbligo sociale! Ci rende più sereni, allunga la vita, fa bene al......

    approfondisci
  • Pergamene per battesimi e matrimoni

    Pergamene per battesimi e matrimoni
    Prezzo: 3,50 €

    Per attribuire un valore ancora più profondo ai momenti più veri e importanti della......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Geni si nasce o si diventa? Vieni a scoprirlo con Pollicino...

News

Bookmark and Share
Geni si nasce o si diventa? Vieni a scoprirlo con Pollicino al Foro Italico di Roma!
Geni si nasce o si diventa? Vieni a scoprirlo con Pollicino al Foro Italico di Roma!

di CIRO SCATEGNI

Cosa vuol dire essere un genio? Usiamo spesso questa parola: è un genio, idea geniale, “genialata”. Ma ci siamo mai fermati un momento a pensare: “cosa rende un genio… genio?” Quali caratteristiche hanno reso Leonardo da Vinci il genio che tutti conosciamo? Forse il fatto che scriveva con la mano sinistra? Oppure il fatto che capiva la matematica? O che aveva i lunghi capelli bianchi? In realtà nulla di tutto questo: essere geni è molto di più ed è molto più semplice di quello che pensiamo. Geni non si nasce, ma si diventa. E per capire come si può fare, nulla è meglio di seguire la storia del più piccolo genio che sia mai esistito, alto non più di un pollice…

Stiamo realizzando un ricco programma di eventi pedagogici dedicati a bambini e famiglie nell’area Kids delle Rome Finals Beach Volleyball, nella splendida cornice del Foro Italico. Un’occasione imperdibile per trascorrere insieme momenti spensierati e per imparare divertendosi. Fra gli eventi da non perdere è proprio il racconto della fiaba "Pollicino: gli 8 principi del genio creativo”, un laboratorio educativo ideato da Patrizio Paoletti e realizzato dall’equipe pedagogica della Fondazione in cui raccontiamo in un modo unico e originale la storia del genio creativo più piccolo del mondo, che insegna ai bambini a non porsi limiti... mai!

POLLICINO: GLI 8 PRINCIPI DEL GENIO CREATIVO

I racconti e le fiabe, in generale, ci aprono ad un mondo immaginario che trova ancoraggi forti nella nostra vita e nella nostra esperienza quotidiana. "Per il bambino, la fiaba è la possibilità di misurarsi già da oggi con quel che gli accadrà, perché quelle storie gli consentono di capire come funziona  il mondo, avere le ‘istruzioni per l’uso’ su come muoversi in certe situazioni e di conoscere i propri sentimenti di fronte alle varie difficoltà”, ci spiega Antonella Selvaggio, psicologa e psicoterapeuta della Fondazione Paoletti. Le fiabe per i bambini rappresentano un universo di insegnamenti, di lezioni di vita, un'occasione per riflettere su come si diventa grandi.

Nata dalla penna dello scrittore francese Charles Perrault, pubblicata alla fine del 1600, quella di Pollicino è una delle prime fiabe che si raccontano ai bambini. Con una manciata di sassolini, un paio di stivali magici e molto ingegno, Pollicino diventa artefice del suo destino. Non si lamenta mai alla sua sorte, non si lascia andare allo sconforto e non si da per vinto. Al contrario, cerca di capire come affrontare le difficoltà, imparando dai suoi stessi errori, riesce a superare fame, freddo e orchi cattivi con la sua arguzia e intraprendenza, diventando uno straordinario modello di genio creativo e di vita appassionata.

In questa intervista sulla testata nazionale "Insieme", Patrizio Paoletti, presidente della Fondazione, evidenzia alcuni passaggi della fiaba particolarmente significativi: "Quando, ad esempio, Pollicino lascia cadere i sassolini per segnare il percorso, riesce a trovare la strada del ritorno, ma quando traccia il sentiero con briciole di pane, gli uccellini le mangiano, vanificando il suo sforzo. Il bambino dovrà escogitare una nuova soluzione. Anche se il primo tentativo non va bene, dunque, non bisogna scoraggiarsi, ma cercare di capire che cosa non ha funzionato e riprovarci”.

In ogni prova che è chiamato ad affrontare, lo straordinario protagonista mette in campo tutte quelle strategie e quei principi che permettono ad ogni persona di utilizzare nel modo migliore possibile il proprio cervello, le proprie capacità e risorse per raggiungere un obiettivo. Questo significa essere geniali! La fiaba di Pollicino proposta da Fondazione Patrizio Paoletti è costruita proprio per svelare e trasmettere ai bambini gli 8 principi che tutti possiamo mettere in campo per diventare geni creativi: 


1. Vivere una vita appassionata
2. Avere strategie
3. Coltivare le credenze positive
4. Avere valori chiari
5. Creare relazioni produttive
6. Restare su ciò che è centrale
7. Avere entusiasmo
8. Allineamento

Un attore e insegnante di teatro, accompagnato dal magico suono di un flauto, guiderà i vostri bambini e tutti voi genitori nell’affascinante viaggio di Pollicino alla scoperta di questi 8 passi. Vieni a viverlo insieme a noi!

QUANDO E DOVE

"Pollicino: gli 8 principi del genio creativo" sta andando in scena al Foro Italico di Roma, presso l'area KIDS delle Rome Finals Beach Volleyball, di fronte al campo Grand Stand Arena. L’evento è gratuito, previo pagamento del biglietto d’ingresso all’intera manifestazione sportiva.

Narriamo la fiaba nei seguenti giorni e orari:

- Mercoledi 4 settembre: ore 16.00 - 17.00 -18.00
- Giovedi 5 settembre: ore 11.00 - 12.00 - 13.00
- Venerdi 6 settembre: ore 16.00 - 17.00 -18.00
- Sabato 7 settembre: ore 11.00 - 12.00 -13.00
- Domenica 8 settembre: ore 11.00 - 12.00 - 13.00 -14.00
 

Domenica 8 settembre
ore 11-12-13-14