E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Biglietto "Passion"

    Biglietto "Passion"
    Prezzo: 2,00 €

    A San Valentino, diglielo con i regali del cuore! Rendi il tuo messaggio d'amore ancora......

    approfondisci
  • Gli occhiali da sole (PRODOTTO ESAURITO)

    Gli occhiali da sole (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 10,00 €

    Rinnova il tuo stile, guarda la tua estate con occhi appassionati! Sono leggeri, pieghevoli e......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

progetti

Junior Training: Laboratorio motorio

Bookmark and Share
Junior Training: Laboratorio motorio

Il laboratorio motorio è condotto in maniera separata per i bambini delle 3 fasce di età (0-3, 3-6, 6-11) con i loro genitori e serve a stimolare il bambino a conoscersi e svilupparsi in tutte le sue potenzialità. Questo laboratorio gli permette, infatti, di fare cose vecchie con stimoli nuovi o cose nuove per sperimentare movimenti che di solito fa poco.

La sintesi metodologica su cui si struttura l'attività è Pedagogia per il terzo millennio.

IL CORPO COME STRUMENTO DI SCOPERTA

Nell’uomo lo sviluppo neuromotorio è in stretta connessione con quello cognitivo ed emozionale. I bambini si approcciano al mondo attraverso il corpo, che viene usato come strumento di conoscenza. La competenza motoria del bambino nasce da un’intenzionalità che è cognitiva (desiderio di conoscenza), ma è anche supportata da una motivazione emotiva che gli permette di scoprire il mondo delle relazioni (madre/padre e gli oggetti). È la relazione con il caregiver che spinge il bambino a imparare a fissare lo sguardo, a controllare il capo e ad acquisire, mese dopo mese, capacità sempre più sofisticate. Già dai 4 mesi, quando il bambino acquisisce posture antigravitarie, nasce il gioco della gestione del peso corporeo e della forza di gravità: ciò che veramente crea la capacità motoria del bambino è la possibilità di sperimentare il proprio corpo nello spazio.

IL LABORATORIO MOTORIO

Lo spazio del laboratorio motorio viene allestito in modo tale da stimolare il bambino a lavorare sul piano fisico-motorio ed è diviso in due parti, una destinata ai bambini che non sanno ancora camminare e l’altra destinata ai bimbi che invece sanno già camminare. A gestire queste due diverse fasce di età vi sono due family trainer, uno per ogni gruppo. Gran parte delle attività si svolgono all’aperto, in uno spazio in cui sono presenti l’asse dell’equilibrio, la scala delle brachiazioni, il trapezio, elementi che permettono d strisciare, carponare, camminare ed esercitare in maniera combinata ed orientata queste capacità.

L’obiettivo del laboratorio è stimolare nei genitori la consapevolezza che, se il bambino è solido dal punto di vista corporeo, sarà più sicuro anche da un punto di vista affettivo e cognitivo. Il laboratorio, inoltre, è utile ai genitori per migliorare la capacità di lavorare sulla dimensione motoria dei propri figli, facendoli diventare più consapevoli di cosa il bambino riesce a fare in maniera autonoma. I bambini, dal loro canto, possono acquisire le tappe dello sviluppo neuromotorio (motricità di base) in un clima sensorialmente ed emotivamente piacevole, che faccia sperimentare loro liberamente il proprio corpo nello spazio.

TORNA ALLA PAGINA DEL JUNIOR TRAINING