E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • T-SHIRT L'AMORE SI IMPARA UOMO VIOLA

    T-SHIRT L'AMORE SI IMPARA UOMO VIOLA
    Prezzo: 20,00 €

    “Non esistono formule né metodi: solo amando impariamo ad amare” (A.......

    approfondisci
  • Normalizzazione

    Normalizzazione
    Prezzo: 18,00 €

    Disponibile nelle seguenti lingue: italiano, inglese, spagnolo, francese, portoghese Collana:......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

pedagogia
home / La pedagogia / I quaderni di pedagogia

I quaderni di pedagogia

Bookmark and Share

OSSERVAZIONE
La capacità di osservare come base della qualità di vita

La capacità di porsi obiettivi e perseguirli utilizzando la volontà è una manifestazione dell’intelligenza della specie umana. Nel processo di sviluppo delle capacità dell’uomo e del suo grado di consapevolezza, un punto centrale è assunto dalla gestione delle risposte agli stimoli esterni, per la quale diventa cruciale sviluppare la capacità di Osservazione. In mancanza di tale processo il ruolo che il riflesso condizionato riveste nella reazione ad uno stimolo, nella maggior parte dei casi consiste nel recuperare la risposta dagli strati della memoria. Cosa accade quindi alla volontà, alla valutazione dello stimolo ed alla sua comprensione? Sviluppare la capacità di osservare e comprendere le proprie emozioni è alla base della manifestazione di un diverso comportamento capace di creare un’idea di volontà intesa come posizionarsi nel tempo e nello spazio. Il processo Sollecitazione-Comprensione-Risposta dà l’opportunità di autodeterminarsi e scegliere, tra le molte risposte possibili ad uno stimolo, quella ritenuta di volta in volta la più adeguata.

Scarica il capitolo completo       Acquista il libro
 

MEDIAZIONE
I territori della relazione educativa

La Mediazione è il processo grazie al quale si svolge la relazione d’apprendimento tra il maggiore e il minore. Essa non si pone a metà tra i due soggetti, ma è un processo dinamico ed in continua evoluzione che si adatta ad ogni singolo caso. L’educatore infatti deve essere in grado di valutare l’impegno da mettere in campo per permettere all’allievo di produrre lo sforzo necessario per l’acquisizione del nuovo sapere. Solo se il maggiore “si avvicina al  minore senza toccarlo, ma facendogli percepire la sua vicinanza” potrà innescare quel processo di nutrimento che dà lo spazio al minore per mettere in relazione il dato con i suoi riferimenti pregressi. Immaginando il processo d’apprendimento come una scala, perché la Mediazione si compia è necessario che la maggior parte degli scalini sia compiuta dall’educatore con la mano tesa verso l’allievo, che cercherà con uno sforzo di raggiungerlo in cima alla scala.

Scarica il capitolo completo       Acquista il libro


TRASLAZIONE
L’arte della traslazione

Cos’è la Traslazione? È quel processo che permette di imparare sempre, tutto, da ogni cosa. Riuscire a traslare il proprio sapere per trasferirlo in ogni circostanza e ambito ha bisogno di un allenamento specifico che parte dalla comprensione della struttura modulare del cervello umano. Infatti, la connessione tra le diverse aree cerebrali è la chiave per una totale applicazione delle conoscenze dell’uomo. Traslare è far comunicare queste aree in presenza di un evento, applicando contemporaneamente le funzioni della mente emotiva e quelle della mente logica. L’emozione è infatti indispensabile nel processo di comunicazione tra le aree cerebrali e gli studi neuroscientifici stanno delineando sempre di più il suo ruolo primario nello sviluppo delle capacità cognitive. Allenare quindi sin da subito la mente infantile, che presenta una naturale predisposizione alla traslazione, può dare i suoi frutti in età adulta in un’ottica di miglioramento e apprendimento continuo.

Scarica il capitolo completo       Acquista il libro
 

NORMALIZZAZIONE
La costruzione di un modello ideale a cui tendere

Il processo di Normalizzazione nel mondo di Pedagogia per il Terzo Millennio come in quello montessoriano mira a ripristinare una condizione originaria perduta o danneggiata. Normalizzazione infatti deriva da norma, dal latino regola o modello. Avere dei modelli permette di individuare sia riferimenti negativi, comportamenti o modi di pensare dai quali vogliamo allontanarci che riferimenti positivi, come il modo di comportarci dal quale siamo attratti, gesti, pensieri ed emozioni che consideriamo ricchi di valore. La scelta dei propri modelli è indispensabile anche per l’attività dei neuroni specchio nel nostro cervello, che percepiscono e comprendono gesti ed emozioni degli altri per poi imitarli. Questa tendenza all’imitazione, alla base di ogni apprendimento umano, spiega quanto per l’educatore sia fondamentale, per ottenere la Normalizzazione, scegliere un modello ideale a cui tendere per se stesso e per gli altri.

Scarica il capitolo completo       Acquista il libro