E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Osservazione

    Osservazione
    Prezzo: 18,00 €

    Disponibile nelle seguenti lingue: italiano, inglese, spagnolo, francese, portoghese Collana:......

    approfondisci
  • Biglietto "Mille cuori"

    Biglietto "Mille cuori"
    Prezzo: 2,00 €

    A San Valentino, diglielo con i regali del cuore! Rendi il tuo messaggio d'amore ancora più......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / #1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "torni a casa...

News

Bookmark and Share
#1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "torni a casa con la sensazione concreta di aver creato un legame"
#1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "torni a casa con la sensazione concreta di aver creato un legame"

Perché hai deciso di diventare volontaria per il progetto "1 Milione di pasti"?

Era un po' di tempo che pensavo di impegnarmi per stare accanto alle persone in difficoltà. Poi ho ricevuto una mail che illustrava il progetto 1 Milione di Pasti e riportava i dati dell'emergenza povertà in Italia. Lì ho capito che era la mia occasione per contribuire. Così ho contattato subito la Fondazione Paoletti. Far parte di azioni di questo genere fa bene soprattutto a se stessi. Mi piacerebbe essere più impegnata, ma è un cammino che ho appena cominciato.

A proposito dell'esperienza che hai vissuto, ci racconti un aneddoto, una sensazione, un'immagine che ti è rimasta in mente?

Ci sono state parecchie cose che mi hanno fatto pensare, il centro di via Mambretti è una società nella società. Credo che ognuno di noi avrebbe davvero bisogno di passare qualche giorno in posti come questo per rendersi conto di quanto è fortunato, di cosa vuol dire perdere tutto e riuscire a ridere, a ricostruirsi una vita, quando non sai più dove andare o cosa fare. Tra gli ospiti si instaurano rapporti di tutti i tipi. Mi ha colpito molto una coppia che, seconde me, si è creata al centro. La voglia di condividere le poche cose che hanno è davvero incredibile! Pensate che alcuni ospiti raccolgono dei vestiti per gli altri. Mentre vi parlo, molti visi mi passano davanti, tante persone che hanno molto da insegnare.

Perché, secondo te, è importante un progetto come 1 Milione di pasti in questo momento in Italia?

Perché in questo momento è fondamentale un contributo attivo da parte di tutti quelli che possono fare un qualcosa, anche di piccolo. Al di là dell' emozione che ti regala la distribuzione dei pasti alle persone del centro, la sensazione con la quale torni a casa è quella di aver creato un legame, è un sostegno reciproco tra i volontari e gli ospiti del centro.

Ines

Sostieni il progetto   I   Torna alla pagina del progetto