E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Biglietto "Happy Valentine's Day"

    Biglietto "Happy Valentine's Day"
    Prezzo: 2,00 €

    A San Valentino, diglielo con i regali del cuore! Rendi il tuo messaggio d'amore ancora più......

    approfondisci
  • 21 minuti. I saperi dell'eccellenza

    21 minuti. I saperi dell'eccellenza
    Prezzo: 20,00 €

    Collana: Sguardi sul futuro di Edizioni 3P Titolo: 21 minuti. I saperi dell'eccellenza Autore:......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / #1MILIONEDIPASTI: "Qui la voglia di ricominciare si...

News

Bookmark and Share
#1MILIONEDIPASTI: "Qui la voglia di ricominciare si tocca con mano!"
#1MILIONEDIPASTI: "Qui la voglia di ricominciare si tocca con mano!"

Cosa ti ha spinto a partecipare al progetto 1 Milione di Pasti?

Ho intravisto subito due opportunità di crescita per me, sia dal punto di vista professionale, cercando di mettere in pratica gli strumenti del counseling nella relazione d'aiuto, sia sul piano personale ed umano, andando alla scoperta del centro di via Mambretti, una realtà di cui avevo sentito parlare e con la quale avevo desiderio di confrontarmi.

Nel confronto con questa realtà, nella relazione con gli ospiti del centro, cosa ti ha colpito di più?

Sicuramente la dignità e l'integrità di spirito degli ospiti. Alcuni di loro erano addirittura restii ad avvicinarsi al banco per venire a prendere il pasto che gli stavamo offrendo. Ci sono moltissime persone italiane che si trovano in una momentanea ed improvvisa condizione di difficoltà, persone che avevano una vita dignitosa, una famiglia, un lavoro e d'improvviso si sono trovati ad affrontare, per vari motivi, situazioni di disagio economico. Eppure, nonostante lì dentro si incontrino tantissime di queste storie, l'atmosfera non è affatto triste. Non c'è rassegnazione! La forza di molte di queste persone si tocca davvero con mano, ed è impressionante!

Ci fai un esempio?
Una sera, un gruppetto di ragazzi si è presentato al nostro banchetto di distribuzione. Uno di loro, sfregandosi le mani ed annusando gli odori di cibo nell'aria ci ha detto: “Allora? Anche stasera ostriche e champagne?”. E' bastata questa piccola battuta, accompagnata da un sorriso che scaldava il cuore, per capire quanto sia importante per queste persone reagire con positività e guardare con ottimismo al futuro. Io e gli altri counselor e volontari, al di là della distribuzione dei pasti, siamo qui proprio per sostenere questa voglia di ricominciare.

Cosa ti ha lasciato quest'esperienza?

Quuella che sento è una grandissima riconoscenza verso questo progetto. “1 Milione di pasti" mi ha permesso di instaurare un legame fortissimo con persone che, senza
barriere e senza paura, mi hanno offerto tanto amore e tanto calore sin dal primo momento. In questa esperienza di certo ricevi molto di più di quello che dai. Ti senti più ricco, più intenso.

Laura, counselor Fondazione Paoletti

Sostieni il progetto   |   Torna alla pagina del progetto