E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • T-Shirt Vivi Appassionatamente Donna (PRODOTTO ESAURITO)

    T-Shirt Vivi Appassionatamente Donna (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 20,00 €

    PRODOTTO TEMPORANEAMENTE ESAURITO Vivi Appassionatamente, dillo a tutti! Acquistando la......

    approfondisci
  • Pergamene per battesimi e matrimoni

    Pergamene per battesimi e matrimoni
    Prezzo: 3,50 €

    Per attribuire un valore ancora più profondo ai momenti più veri e importanti della......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / #1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "È bello...

News

Bookmark and Share
#1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "È bello vedere con quanta forza le persone affrontano la loro povertà"
#1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "È bello vedere con quanta forza le persone affrontano la loro povertà"

Cosa ti ha spinto a diventare volontario per il progetto 1 Milione di Pasti?

Avevo sempre visto il mondo del volontariato da lontano, raccontato da giornali e tv. Volevo viverlo direttamente in prima persona, magari coinvolgendo anche altre persone. Avevo bisogno di contribuire.

C'è qualcosa o qualcuno in particolare che ti ha colpito durante la serata di distribuzione?

Il primo approccio con via Mambretti è stato molto forte a livello emozionale. Prima della distribuzione, ad un primo impatto, sono rimasta molto colpita dall'ordine e dalla pulizia degli ospiti. Guardandoli percepivo in loro una fortissima dignità nel presentare la propria persona. I veri ospiti del centro eravamo noi volontari: stavamo per essere accolti nella loro casa e ci tenevano a presentarsi nella maniera che si addice ad un'occasione di questo genere. Erano pronti ad accogliere e a farsi accogliere.

Sono stati tanti gli ospiti che mi hanno raccontato che passano le loro giornate ad inviare curriculum: badante, muratore, operaio. E' bello vedere con quanta forza queste persone affrontano ogni giorno la loro povertà, cercando di ricominciare. Un ragazzo mi ha detto: “quando posso vado in biblioteca, leggo i giornali, mi tengo informato, perché non voglio restare in questo stato, ho voglia di vivere in questo mondo”.

Ma la cosa che mi ha lasciato davvero senza fiato è stato ricevere il loro grazie. Lo so è una semplice parola, ma non è il grazie che riceviamo di solito, è molto profondo. Al momento dalla distribuzione del pasti i loro occhi si illuminano, ti sorridono e trascorrono con allegria la serata.


Cosa ti ha lasciato questa esperienza?

Partecipare come volontaria a 1 Milione di pasti ha "allargato la mia cornice”, ha cambiato l'immagine che avevo di queste persone, ha cambiato soprattutto la mia visione della tristezza, della difficoltà e della povertà.
Ora sento una leggerezza dentro di me, sento come se mi si fosse aperto uno spazio capace di accogliere l'altro e mi sento pronta a farlo. Ora sento molto più leggere le mie piccole difficoltà quotidiane.

Claudia G.


Sostieni il progetto   |   Torna alla pagina del progetto