E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Pergamene per battesimi e matrimoni

    Pergamene per battesimi e matrimoni
    Prezzo: 3,50 €

    Per attribuire un valore ancora più profondo ai momenti più veri e importanti della......

    approfondisci
  • Quando imparare è facile

    Quando imparare è facile
    Prezzo: 12,00 €

    Collana: La Pedagogia di Infinito edizioni Titolo: Quando imparare è facile. Amare,......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / #1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "Appena...

News

Bookmark and Share
#1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "Appena arrivata al centro d'accoglienza, mi sono sentita a casa."
#1MILIONEDIPASTI, parola ai volontari: "Appena arrivata al centro d'accoglienza, mi sono sentita a casa."

Cosa ti ha spinto a partecipare da volontaria a 1 Milione di pasti?

Avevo il desiderio di farlo da tempo perchè sentivo di dover fare qualcosa per le tante persone che oggi si trovano in difficoltà. Volevo scoprire chi c'è dall'altra parte, incontrare il suo viso. Mi si è presentata l'opportunità ed ho deciso: si parte in macchina dalla provincia di Brescia.

Raccontaci della tua serata di distribuzione pasti...

La prima sensazione che ho provato entrando nel centro di via Mambretti a Milano è stata quella di sentirmi “a casa”. Dopo aver distribuito molti pasti, ho avuto l'occasione di parlare con uno degli ospiti, la sua storia mi ha colpito davvero tanto. Massimo è una persona pulita, elegante e dignitosa. Mi ha raccontato di provenire da una famiglia benestante, nella quale era figlio unico. Nonostante avesse perso i genitori da giovane, la sua vita era piena di soddisfazioni: un buon lavoro, un reddito importante ed una bella casa, sempre piena di persone. Qualche tempo fa è stato colto da una malattia molto grave, non ha potuto più lavorare ed ha dovuto provvedere al suo sostentamento ed alle spese mediche, attingendo a tutte le risorse economiche di cui disponeva, finché ha potuto. Pian piano i soldi sono finiti, gli amici sono scomparsi e lui si è ritrovato in strada.  E' stato catapultato in una situazione sconosciuta per lui e quando gli ho chiesto ora come si sentisse, mi ha risposto: “Da quando sono qui al centro di via Mambretti sto molto meglio fisicamente, ma soprattutto sono felice di non essermi abbattuto. Quando vedo in giro dei ragazzi giovani, vorrei poter dare loro dei consigli, aiutarli a capire che bisogna essere forti ed essere sempre aperti agli altri, ad aiutare e ad essere aiutati”.

Cosa ti ha lasciato l'esperienza con 1 Milione di pasti?

L'emozione più forte per me, dopo aver parlato con Massimo ed altri ospiti del centro, è stata vedere come la tua disponibilità diventa la disponibilità di colui che hai di fronte. L'altro percepisce che tu sei aperto, che in te non c'è giudizio, non ci sono più confini di nessun tipo che vi separano. Voglio dire a tutte le persone che ne hanno la possibilità, di unirsi a noi volontari di 1 Milione di pasti. Mi sono sentita bene e mi sono anche divertita, è stata una serata fantastica, infatti domani sera tornerò a distribuire pasti a chi ne ha più bisogno!

Emanuela
 

Sostieni il progetto   |   Torna alla pagina del progetto