E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza: "Siamo sempre molto di più..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza: "Siamo sempre molto di più..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 12,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza A......

    approfondisci
  • T-Shirt Giracuori blu-fucsia per bambino

    T-Shirt Giracuori blu-fucsia per bambino
    Prezzo: 15,00 €

    Sono coloratissime, allegre e le abbiamo realizzate con tutta la nostra passione e il nostro amore......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news

News

Bookmark and Share
Brasile, un progetto per 1.000 bambini di strada nelle favelas di Rio
Brasile, un progetto per 1.000 bambini di strada nelle favelas di Rio

di CIRO SCATEGNI

Scheda sintetica progetto

Progetto: Casa do Menor per la qualificazione al sistema pedagogico
Territorio: Rio de Janeiro
Località: Nova Iguaçu
Formazione: attivata
Beneficiari: educatori, genitori sociali ed operatori a supporto dell’infanzia e dei processi educativi
Beneficiari complessivi: 5.040
Responsabile locale: Padre Renato Chiera

Bambini di strada, in Brasile se ne contano oggi circa 7 milioni (2 volte e mezza la popolazione di Roma). Vivono di furti ed espedienti, spesso in bande e, per superare il dolore dell'abbandono, fanno largo uso di droghe come il crack. Ogni giorno almeno 4 “figli della strada” (meninos de rua) vengono assassinati per i motivi più futili: i dati ufficiali parlano di 16.414 bambini uccisi negli ultimi 5 anni. A Rio de Janeiro i meninos vivono in zone che i brasiliani chiamano “cracolandia”, veri e propri ghetti gestiti dal narcotraffico.

La Fondazione Paoletti lavora a Nova Iguacu, dove ha avviato un progetto per restituire a questi bambini protezione, amore e un futuro da percorrere. Per farlo mettiamo in campo 13 anni di ricerca neuroscientifica e psicopedagogica, che ci hanno permesso di sviluppare “tecnologie interiori” a supporto dei professionisti dell'educazione che operano in contesti ad alto rischio come quelli delle favelas brasiliane.

Il progetto è partito ad aprile 2013 con la formazione di 95 professionisti: sono educatori, genitori sociali, psicologi ed operatori che hanno scelto di lavorare quotidianamente con circa 1.000 meninos de rua e che devono disporre delle più aggiornate conoscenze e dei migliori strumenti in ambito pedagogico.

Guarda le loro interviste, clicca sulle immagini!

Padre Renato Chiera, fondatore Casa do Menor

Sostieni il progetto

Torna a tutti i progetti