E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Shopper Vivi Appassionatamente nera

    Shopper Vivi Appassionatamente nera
    Prezzo: 10,00 €

    Rinnova il tuo stile, porta con te ciò che hai più a cuore! Sono......

    approfondisci
  • Quaderno Giracuori Fucsia (PRODOTTO ESAURITO)

    Quaderno Giracuori Fucsia (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 5,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Paghi uno, regali due! E' arrivata una bellissima......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / I giovani e il lavoro in Italia: prospettive e ricerca di...

News

Bookmark and Share
I giovani e il lavoro in Italia: prospettive e ricerca di senso. La Fondazione presenta i dati della ricerca alla Sapienza di Roma
I giovani e il lavoro in Italia: prospettive e ricerca di senso. La Fondazione presenta i dati della ricerca alla Sapienza di Roma

di CIRO SCATEGNI

Sappiamo che il tasso di disoccupazione giovanile in Italia è al 39,2% (Istat, luglio 2016), che il nostro Paese ha il primato negativo in Europa di NEET (giovani che non studiano, non lavorano e non sono in formazione) con il 31,1% (Eurostat, giugno 2016), ma cosa sappiamo delle aspirazioni e della progettualità di vita personale e professionale dei giovani italiani?

Da un’indagine della Fondazione Patrizio Paoletti, condotta su un campione di 1.000 persone tra i 18 e i 34 anni, è emerso che i giovani italiani sono molto più informati e resilienti di quanto i dati sull’occupazione facciano pensare. Una forte insoddisfazione verso le politiche del lavoro, che comunque è diffusa (86% del campione), non sfiducia i nostri giovani nel loro percorso di ricerca del “lavoro della vita”, cioè di un’occupazione che rifletta le loro aspirazioni più intime. Per la maggior parte dei giovani intervistati, infatti, realizzarsi professionalmente significa sentirsi coerenti con le proprie aspirazioni e lottare per un lavoro desiderato, legato al senso della propria vita.

La Fondazione Paoletti presenta i risultati dell’indagine giovedì 6 ottobre, nell’ambito della giornata scientifica “I giovani e il lavoro: prospettive e ricerca di senso” presso la Sala Odeion della Facoltà di Lettere della Sapienza di Roma (Piazzale Aldo Moro, 5).

Commentano i dati Patrizio Paoletti (Presidente Fondazione Paoletti), Bruno Busacca (Responsabile Segreteria Tecnica del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Lucia Valente (Assessore al Lavoro della Giunta della Regione Lazio e Prof. ass. di Diritto del Lavoro della Sapienza Università di Roma), Moshe Bar (Direttore Gonda Multidisciplinary Brain Research Center - Bar Ilan University), Domenico Bellantoni (Direttore della rivista “Ricerca di senso”), Tania Di Giuseppe (Coordinatrice divisione di ricerca psico-pedagogica Fondazione Paoletti), Daniela Pavoncello (ricercatrice ISFOL), Grazia Serantoni (Psicologa, psicoterapeuta, Sapienza Università di Roma). 

SCARICA IL PROGRAMMA

La giornata scientifica, a ingresso liberosi rivolge a giovani che si affacciano sul mondo del lavoro (studenti in fase di orientamento, universitari, neo-laureati, giovani in formazione), ma anche a chi si occupa di educazione, istruzione, formazione professionale e di pratiche di consulenza. I posti sono esauriti.

REGISTRAZIONI CHIUSE


L’indagine, che sarà pubblicata ad ottobre sulla rivista “Ricerca di senso” (Erikson), ha analizzato le opinioni di un campione rappresentativo (Nord, Centro e Sud - uomini e donne) di 1.000 giovani italiani per comprendere la loro visione e il loro approccio al mondo del lavoro, con focus specifici su temi come l’autorealizzazione professionale, la rilevanza delle relazioni sociali nella progettualità professionale, il rapporto tra lavoro e ricerca di senso.

Uno sguardo sul futuro che invita a riflettere su quali pratiche pedagogiche ed educative possano promuovere nei più giovani una maggiore consapevolezza di sé e valorizzare le loro risorse interiori, sostenendo la loro capacità di essere resilienti e il loro desiderio di autorealizzazione. E’ “la consapevolezza delle loro intime aspirazioni e delle domande di senso che darà ai giovani la possibilità di cambiare nel mondo che cambia, creando nuove regole di vita, di condivisione, un altro mondo possibile” (Patrizio Paoletti).

L’approccio interdisciplinare dello studio richiama alla giornata scientifica relatori di rilevanza nazionale e internazionale, provenienti da diversi ambiti del sapere. Insieme agli interventi delle istituzioni (Ministero del Lavoro, Regione Lazio), è previsto quello del neuroscienziato israeliano Moshe Bar, che approfondirà la capacità del cervello di prefigurare il futuro, e quello dello psicologo e psicoterapeuta Domenico Bellantoni, direttore della rivista “Ricerca di senso”.

Patrizio Paoletti, che apre la giornata, commenta i risultati dell’indagine suggerendo ai giovani presenti in sala un quadro dettagliato delle competenze indispensabili per affrontare il futuro e dare senso alle proprie scelte in questo momento storico di profonda incertezza.

PER INFO:
Tania di Giuseppe, Coord. Div. Ricerca psico-pedagogica
t.digiuseppe@fondazionepatriziopaoletti.org
Tel. 06 8082599