News

LA FAME NEL MONDO

LA FAME IN CIFRE

  • Secondo l'Indice Globale della fame oggi nel mondo sono oltre 842 MILIONI le persone che soffrono la fame
  • La malnutrizione incide di 1/2 sulla mortalità infantile mondiale
  • Nei Paesi in via sviluppo sono oltre 200 milioni i bambini sotto i 5 anni affetti da malnutrizione, questa piaga produce oltre 7,6 milioni di decessi annui fra i bambini da 0 a 5 anni.

vai alla mappa

approfondimenti

aggiornamenti

LA POVERTÀ IN ITALIA

LA FAME IN CIFRE

  • Più di 10 milioni di italiani vive in povertà relativa, il 16,6% della popolazione
  • Più di 6 milioni di italiani vive in povertà assoluta, il 9,9% della popolazione
  • Il 12,6% delle famiglie vive in condizione di povertà relativa
  • Il 7,9% delle famiglie è povero in termini assoluti

vai alla mappa

approfondimenti

aggiornamenti

Cosa Facciamo

un obiettivo concreto:

distribuire 1 milione di pasti

il presidente Patrizio Paoletti
L'intervento in Italia Guarda il video
guarda il video

Nel giugno 2012, la Fondazione Patrizio Paoletti si è posta l'obiettivo di distribuire
"Un Milione di Pasti" attraverso i suoi programmi alimentari in 4 continenti. Il proposito è stato lanciato dal Presidente Patrizio Paoletti in occasione dell'inaugurazione dell'ottava edizione della campagna di sensibilizzazione "Carovana del Cuore". Dato il forte aumento della povertà determinato dalla crisi degli ultimi anni, il programma alimentare è attivo oggi anche in Italia.

Il progetto oggi è arrivato nelle città di Milano, Roma, Parma, Catanzaro, Sassari e Napoli. Cuore dell'iniziativa sono i volontari e i counselor della Fondazione Paoletti che, con oltre 460 presenze fino ad oggi, donano sostegno e ascolto alle persone colpite dalle nuove povertà.

La malnutrizione incide di un terzo sulla mortalità infantile mondiale. Nei Paesi in via sviluppo sono affetti da malnutrizione oltre 195 milioni di bambini, questa piaga produce oltre 6,6 milioni di decessi annui fra i bambini da 0 a 5 anni. La distribuzione dei bambini che soffrono di uno sviluppo non adeguato causa malnutrizione è concentrata in Africa e Asia, ma oggi la fame non risparmia neanche l'Italia.

Il nostro Paese, in piena recessione economica, vede aumentare le fasce di popolazione a rischio povertà. In base all'indice del rischio alimentare elaborato ogni anno sui dati Fao degli esperti inglesi della Maplecroft, nel 2013 l'Italia è diventato Paese a rischio fame medio.

Ecco perchè la Fondazione Paoletti ha lanciato la campagna 1 Milione di Pasti anche in ITALIA, con l'obiettivo di far fronte alla drammatica emergenza determinata dalle nuove povertà, dalla perdita di posti di lavoro e dal crescente disagio sociale. Oggi più di 10 milioni di italiani vive in povertà relativa (il 16,6% della popolazione), più di 6 milioni vivono in povertà assoluta (il 9,9% della popolazione), mentre il 12,6% delle famiglie vive in condizione di povertà relativa e il 7,9% delle famiglie è povero in termini assoluti.

Un bambino su 3 è minacciato dall'indigenza (fonte: Istat): il tessuto sociale del nostro Paese sta rischiando così di essere minato alla sua base dal bisogno. Lì dove c'è la possibilità bisogna sostenere, in Italia come all'estero. Per questo la Fondazione, in collaborazione con altri enti, ha deciso di dedicare una considerevole parte del suo programma alimentare e delle sue energie all'Italia.

Questo l'appello lanciato dal Presidente Patrizio Paoletti:

"195 milioni di bambini vedono il loro futuro ipotecato dalla fame che soffrono nei primi anni di vita. Eliminare la malnutrizione e le sue devastanti conseguenze tra le generazioni è il nostro obiettivo. Oggi, inoltre, dobbiamo affrontare l'emergenza delle nuove povertà in Italia. 1 Milione di pasti è un risultato che potremmo raggiungere grazie alla sensibilità e al vostro coinvolgimento. I pasti verranno distribuiti nei nostri progetti in Perù, Repubblica Democratica del Congo, India, Indonesia e anche in Italia. È infatti necessario garantire alimenti sicuri e sufficienti dal punto di vista nutrizionale, perché un bambino possa andare a scuola e crescere sano, perché una famiglia possa trovare la forza di uscire dall'indigenza."

Il progetto prevede anche momenti di colloquio e ascolto con i senza dimora al fine di riattivare le risorse personali per uscire dal momentaneo stato di indigenza. La nostra esperienza racconta infatti che tali problematiche oggi sono vissute per lo più da italiani tra i 45 ed i 60 anni che hanno perso il lavoro o che sono in difficoltà a causa dei debiti, spesso sono professionisti che necessitano "solamente" di un momento di accoglienza e di orientamento.

dona il tuo contributo

Dove operiamo

Progetti di oggi e di domani

  • Haiti

    HAITI:

    Port Au Prince: Casa d'accoglienza Luigi Giussani

    Il progetto "un pasto per Mikael" è il nostro progetto di sostegno alimentare. Il programma eroga quotidianamente un pasto caldo al giorno per 84 bambini presso la baraccopoli di Waf Jeremie. Dopo il terremoto del 2010 la situazione rimane ancora molto grave, la denutrizione è all'ordine del giorno, e attraverso 1Milione di pasti vogliamo continuare a garantire l'erogazione del cibo per i bambini, soprattutto gli orfani, che vivono nella baraccopoli.

  • Perù

    PERU':

    Amazzonia: Comunità di Hipolito Unanue

    I progetti attivati prevedono programmi a favore dei bambini lavoratori come ad esempio: attività scolastiche specifiche, distribuzione materiale didattico, di cibo, controlli medici. Attraverso 1Milione di pasti vogliamo incrementare il bacino di beneficiari fornendo alimentazione alla popolazione scolastica dei villaggi immediatamente limitrofi.

  • Italia

    ITALIA:

    Milano: Centro d'accoglienza di Via Mambretti 33
    Catanzaro: Ass. Cult. Mons. Oscar Romero
    Roma, Napoli e Sassari: unità di strada


    La situazione della povertà in Italia negli ultimi anni è in continuo aumento. I senza tetto si sono moltiplicati e nelle aree urbane delle grandi città italiane si possono osservare situazioni di marginalità e degrado sempre più frequenti.Attraverso 1Milione di pasti vogliamo garantire un pasto caldo a migliaia di senza tetto.

  • Congo RDC

    CONGO RDC:

    Kinshasa: Groupe Scolaire Thiseleka e Complexe Scolaire Maman Gina Kumbi Kumbi

    Attraverso interventi di tipo scolastico, sanitario e alimentare il programma in Congo offre scolarizzazione di base e professionalizzazione ospitando nella sua struttura 600 bambini delle scuole materne, elementari e medie. Attraverso 1Milione di pasti vogliamo incrementare del 100% le attività del progetto.

  • Indonesia

    INDONESIA:

    Banda Aceh, Isola di Sumatra: Sekolah Katolik Budi Dharma

    I bambini che frequentano la scuola Budi Dharma sono ormai 311 e possono contare su un progetto che prevede una componente educativa e scolastica, con l'impiego di personale docente qualificato, e di una componente nutrizionale con approvvigionamento alimentare quotidiano. Attraverso 1Milione di pasti vogliamo incrementare il progetto sostenendo un'altra scuola nel territorio rurale di Aceh.